sposa_salvo_filetti

SALVO FILETTI

“Se non sogni,  non si avvera”

Questo il motto di chi, non avrebbe bisogno di presentazione.

Basta guardare la sua foto per capire che stiamo parlando dell’hair designer più conosciuto in Italia.

Salvo Filetti, direttore creativo e co-fondatore dei brand Compagnia della Bellezza, Capellimania e Joyàcademy, colui che con la sua arte riesce a definire l’identità di ogni donna.

Rappresenta un mondo fatto di stile, di eleganza, di innovazione, ecco perché abbiamo pensato che potesse essere la persona ideale alla quale chiedere qualche consiglio per voi lettrici di questo magazine, alla ricerca del “tocco in più”.

Da cosa devono partire le donne, quando pensano all’acconciatura per le proprie nozze?

Prima di uscire di casa (e ancora prima durante le prove fa fare con foto/video con uno smartphone) è utile farsi alcune domande: “I capelli valorizzano il mio volto? Si sposano con il mio vestito, raccontano la stessa storia? Quando mi muovo mi sento a mio agio, io sono i miei capelli?”
Nella mia estetica capelli “belli” non mettono mai in mostra se stessi e il parrucchiere che li ha fatti con acconciature spettacolari e stravaganti a tutti i costi, non mettono mai in ombra chi li “indossa” ma, piuttosto, spostano l’attenzione sullo sguardo della sposa rendendolo luminoso.
Quello fra i capelli e ogni donna è il primo matrimonio, e deve essere felice. Quali sono i capelli che mi amano? Ecco la prima vera domanda a cui dare una risposta!

“Quali capelli sposano in modo felice il mio volto? Il mio stile e la mia essenza?” Rispondendo a questa domanda, capirete  subito se i capelli funzionano perché quei capelli spostano immediatamente il focus sul vostro sguardo e vi fanno apparire più belle. Già avete capito bene, non gridano, invitano a guardare voi.

Quali sono le tendenze  per il 2019?

Nella mia visione, il mondo sposa apre una nuova stagione ricca di sentimenti poetici e assertivi al tempo stesso. Tutte le linee disegnate, infatti, nascono da due mood evocativi.

Romantic wild, il primo, un romanticismo informale, come a celebrare una “Giulietta” più consapevole, dalle grazie bohémien e hippie al tempo stesso, con onde definite, intrecci “strecciati” e “annodati”, con una ritmicità quasi casuale, capelli “sciolti” o trionfanti in semi-raccolti.

Contemporary snob, il secondo, racconta atmosfere più sofisticate attraverso raccolti e semi-raccolti con fasci di capelli che si incrociano come stoffe, drappeggi di chiffon e chignon gioiello. Acconciature “snob” con ironia, “the relaxed wedding”, motivi cioè formali ma rilassati. Attraverso una treccia, una coda bassa, un foulard, il sogno di un romanticismo informale e contemporaneo e si accende e svela nuovi ritratti di donna. 

E le spose con i capelli corti? Come possono impreziosire il proprio look?

Chi ha detto che per una matrimonio i capelli debbano essere necessariamente lunghi e raccolti? È finita l’epoca in cui ci si preparava a quel momento lasciando crescere per anni i capelli” sottolinea l’hair designer Salvo Filetti.
I capelli corti esprimono perfettamente la dinamicità e la MODERNITÀ  delle donne di questo secolo e oggi sono sempre più apprezzati e magnificati: possono regalare alla PERSONA GIUSTA più carattere e autenticità rispetto a una acconciatura tradizionale”. Anche un PIXIE CUT, un caschetto, un boy bowl, un bob possono trasformarsi in un’Acconciatura ROMANTIC WILD, con l’aggiunta di una TIARA DI FIORI, ad esempio. Oppure diventare CONTEMPORARY SNOB semplicemente grazie a un CERCHIETTO BIANCO che riporta alla mente la grazia dell’indimenticabile Audrey Hepburn.

E’ importante che l’hair stylist veda foto dell’abito o degli accessori della sposa, per poter “disegnare” un’acconciatura appropriata?

Diciamo che è indispensabile! Far sposare l’abito ai capelli necessità preparazione e studio, padroneggiare il mondo dello stile e anticipate tutte le possibili opzioni.

“Se non sogni, non si avvera”. Un motto bello, romantico, in linea con i nostri argomenti. Ogni sposa potrebbe appropriarsene. Ci vuole dire qualcosa in più!?

Ma in realtà il mio motto è: “Nulla accade se non l’hai sognato prima. “ Sognare qualcosa intensamente implica una maggiore chiarezza e definizione del nostro BI-sogno ( doppio sogno) , grazie al quale per magia l ‘universo spesso ci suggerisce meglio le piste e ci fa incontrare le persone giuste. Perché la riuscita del vostro matrimonio dipende molto , o anche, dai professionisti che scegliete e dal feeling che nasce fra voi e loro. D’altro canto “non c’è vento favorevole per il navigante che non sa dove andare! Chi vuol esser bella sia‼️